SCUOLE in rete per l’AUTISMO

“SCUOLE in rete per l’AUTISMO”
La Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione del MIUR, con Il progetto “SCUOLE in RETE per L’Autismo”, promuove una rete sul territorio nazionale che attui, con l’apporto dei massimi esperti del problema, delle associazioni più rappresentative, di docenti competenti e con esperienza vissuta sul campo, interventi sull’autismo con l’obiettivo di migliorare la condizione dei bambini e dei ragazzi a scuola.
Nell’attività sarà coinvolta la rete per l’inclusione, costituita dai CTS (Centri Territoriali di Supporto – scuole polo per l’inclusione) di livello provinciale, e dai CTI (Centri
Territoriali per l’Inclusione) ed un gruppo di scuole che già hanno esperienze in merito: presso questi centri nell’ambito delle iniziative di consulenza, formazione e supporto alle
scuole del territorio di appartenenza, saranno istituiti degli “sportelli autismo” con l’obiettivo di sviluppare il modello cooperativo di lavoro tra i docenti, con scambio di buone
pratiche, esperienze e conoscenze.

Descrizione
Lo “sportello autismo” sarà un servizio ulteriore dei Centri accreditati, che si attuerà con le seguenti modalità: presso il CTS/CTI sede di sportello un gruppo di insegnanti con una
particolare esperienza e conoscenza sull’autismo, insieme agli operatori del CTS/CTI, con il supporto (ove necessario) di specialisti medici e psicologi, si rende disponibile per un certo numero di ore a settimana o al mese per l’attività di sportello.
Quando giunge una segnalazione – o meglio, una “richiesta di aiuto” – da una scuola, ove un collega ha difficoltà a gestire una situazione problematica, due insegnanti del centro si recano lì, affiancano il docente, svolgono assieme un’osservazione sistematica e individuano soluzioni operative molto semplici e mirate. Rimangono poi in contatto con il collega, assistendolo con consulenze e, se necessario, ritornando sul posto.
Successivamente, l’attività di sportello potrà rivolgersi anche alle famiglie, divenendo un punto di riferimento e di raccordo per la scuola, i genitori e i servizi socio-sanitari.

La rete nazionale
La rete nazionale delle scuole per l’autismo è costituita da tutti i CTS del territorio nazionale Essi hanno il compito di promuoverne, nelle scuole afferenti alla rete, la cultura della presa in carico, educativa e abilitativa, delle persone autistiche e offrire alle scuole del territorio formazione e consulenza relativa ai problemi di integrazione degli
alunni/studenti con autismo, raccogliere e documentare esperienze, buone pratiche, strumenti, materiali, informazioni, da mettere a disposizione su tutto il territorio di riferimento.

Articolazione delle attività presso il CTS Tito Livio
La sede Tito Livio implementerà l’azione con il contributo di alcuni CTS/CTI della rete d’inclusione della provincia di Napoli e il contributo scientifico di neuropsichiatri e psicologi esperti nella tematica.

Questa l’articolazione degli interventi.

Fasi
1 – Individuazione degli insegnanti.
Ricerca e selezione di almeno dieci insegnanti specializzati per il sostegno con provata esperienza nel campo dell’autismo
Febbraio

2 – Formazione del pool di docenti specializzati
Febbraio

3 – Presentazione del progetto ai dirigenti scolastici e ai docenti della provincia (e presentazione del pool).
Marzo/Aprile

4 – Realizzazione di uno o due incontri di formazione da parte degli esperti del Comitato tecnico-scientifico ai docenti specializzati e curricolari
Marzo/Aprile

5 – Apertura dello Sportello quale servizio di consulenza e supporto alle scuole. Attivazione del sito web.
Maggio

6 – Accordi di programma. Incontri ciclici con operatori sanitari e dei servizi
Settembre/Ottobre

7 – Accordi con le associazioni del territorio. Apertura dello sportello alle famiglie
Settembre/Ottobre

Nell’ambito della prima fase, il giorno 23/02/2016, alle ore 14.15, presso il CTS Tito Livio di Napoli, Largo Ferrandina, 3 – tel 081 400485 si svolgerà un incontro per la definizione del pool dei docenti che si formeranno per attivare gli sportelli.
Sono invitati la referente dell’USR per l’inclusione, i dirigenti e/o i referenti delle scuole in indirizzo.
All’incontro parteciperà il neuropsichiatra Dr. Alessandro Frolli, con il gruppo di psicologi che collaboreranno all’attuazione del progetto, che illustrerà le modalità attraverso le quali si realizzerà tale cooperazione.
Al fine della determinazione del pool di insegnanti da impiegare nel progetto, si invitano i dirigenti in indirizzo a diffondere la presente comunicazione nella propria scuola al fine di selezionare i docenti interessati e qualificati a partecipare al progetto. E’ richiesta una formazione universitaria (attestati di competenze specifiche) o esperienza didattica sull’autismo.
Le istanze di partecipazione redatte sul modello allegato, corredate da curriculum vitae, dovranno essere presentate al CTS TITO LIVIO via pec all’indirizzo namm0400v@pec.istruzione.it o brevi manu entro il 15/02/2015.

f.to
Il Dirigente
Scolastico

prof.ssa
Elena Fucci

Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi e per gli effetti dell’art. 3, c.2 D.Lgs. n. 39/93

 

SCARICA IL MODELLO ADESIONE SPORTELLO AUTISMO PER CANDIDARTI

SCARICA LA CIRCOLARE Prot. N.324/A23 Napoli, 05/02/2016 SCUOLE in rete per lAUTISMO